PIÙ CLIENTI E PIÙ CONTATTI DAL WEB

Intervista ad Annalisa, Receptionist e Amministrativa

25/10/2018

 Ciao Annalisa, benvenuta alla nostra serie di interviste. Qual è il tuo ruolo all’interno di Top sui Motori? Come si svolge la tua giornata tipo? Cosa fai ogni giorno?

Ciao! Faccio parte del reparto amministrativo e all'interno dell'azienda sono una figura “jolly”, nel senso che ricopro diverse mansioni, a seconda delle necessità che si presentano giorno dopo giorno in ufficio. Di base mi occupo di tutte le attività “classiche” impiegatizie: la fatturazione, la gestione e l'inserimento a gestionale di ordini e scadenze, la gestione del centralino e della corrispondenza, e attività più “specifiche”, come il monitoraggio e l'invio dei report di posizionamento Seo, la gestione del personale in merito a corsi, contratti e sicurezza (sono RLS aziendale).

RLS: Responsabile dei Lavoratori per la sicurezza! Sono stata attenta all’ultimo corso che mi hai fatto fare!
*sorride e continua*

La mia giornata lavorativa può variare molto a seconda del periodo; una costante è sicuramente l'evasione delle varie richieste che riceviamo da parte dei nostri clienti e l'utilizzo del gestionale per la fatturazione.

Dunque tu sei la prima voce di contatto che i clienti sentono quando chiamano in agenzia. Una bella responsabilità e anche un grande impegno, perché devi sempre trasmettere l’idea di professionalità e cortesia. Come affronti questa parte del tuo lavoro quando sei in una giornata “no”?

Penso che la chiave per poter lavorare bene anche nelle giornate più stressanti sia sempre immedesimarsi nel cliente e chiedersi a propria volta che tipo di prestazione e di cortesia ci aspetteremmo noi acquistando un determinato servizio, il resto viene da sé :)

 Qual è la parte più difficile del tuo lavoro?

Come ti anticipavo poco fa, ricoprendo diverse mansioni e dovendo rispondere a eventuali urgenze o necessità, mi trovo spesso a dover interrompere quello che sto facendo. La difficoltà per me sta quindi nel dover passare da un'attività ad un'altra cercando di mantenere sempre la giusta concentrazione.

 Ora tocca anche a te la domanda extra lavorativa. Una delle tue grandi passioni è il Giappone, e lo hai visitato già due volte se non sbaglio. Cosa ti piace di quel Paese? C’è qualcosa che non è stato come lo immaginavi o che ha deluso le tue aspettative? Torneresti lì, o meglio… quando tornerai?

Potrei fare una lunga (e probabilmente noiosa) lista dettagliata su tutto ciò che ho scoperto e amato subito alla follia durante il mio primo viaggio ma vorrei soffermarmi sulla parte sentimentale.

Arrivare in Giappone è stato per me il materializzarsi di tutte le fantasie coltivate in anni e anni di amore per manga e anime. Man mano che il primo impatto ha lasciato spazio alla concretezza, ho potuto apprezzare anche gli aspetti più reali di questo paese: l'estrema cordialità, l'ordine maniacale, la pulizia e la sicurezza… ma anche il paradosso di poter trovare in una mega metropoli come Tokyo, che a tratti può risultare soffocante, piccole oasi di pace spirituale, gli onnipresenti torii e il totale silenzio, semplicemente svoltando per una qualsiasi piccola via.

La realtà che ho trovato ha ampiamente superato le mie iniziali aspettative, e per rispondere quindi alla tua ultima domanda: sto già organizzando il prossimo viaggio...